Il calciomercato della Serie A e non solo da qualche anno è diventato molto interessante non solo per quel che riguarda i calciatori, ma anche per quanto concerne gli allenatori: e la prossima Serie A potrebbe vedere diversi cambi sulle panchine di alcuni club della massima serie, con un vero e proprio rimescolamento delle carte.

Allegri potrebbe dare il via al valzer delle panchine

Da tempo si susseguono le voci di un Allegri che considera il suo ciclo alla Juventus terminato: il tecnico toscano ha rimandato ogni discorso sul futuro alla fine della stagione, ma nonostante le parole di Marotta, che a più riprese ha ribadito la volontà di società e tecnico di andare avanti insieme anche dopo questa stagione di Serie A, un divorzio appare sempre più probabile. Allegri infatti sarebbe tentato dalla possibilità di una esperienza in Premier League e il pressing dell’Arsenal sembra essere aumentato: la dirigenza dei Gunners sembra ormai convinta a porre fine al ventennale rapporto con Wenger e a chiamare Allegri, il quale avrebbe il compito di riportare i Gunners sul tetto d’Inghilterra dopo troppi anni di stagioni deludenti.

Se Allegri dovesse salutare la Juventus e la Serie A, ecco che allora si aprirebbe il casting per la panchina dei bianconeri: i nomi che piacciono alla dirigenza sono quelli di Sousa e di Di Francesco. Il primo sembra ormai al capolinea della sua esperienza a Firenze e non avrebbe problemi a passare dalla Fiorentina alla Juventus, dove non avrebbe nemmeno il problema del calarsi nella mentalità Juve, avendo giocato con i bianconeri negli anni ’90.

Il secondo è uno dei tecnici italiani più preparati tra quelli che hanno meno di 50 anni, anche se in casa Juventus qualcuno ha dei dubbi sulla sua capacità di reggere la pressione di una piazza abituata a dover dominare in Serie A. Nel caso in cui Fiorentina e Sassuolo dovessero trovare un nuovo tecnico, ecco che Giampolo per la Viola e Semplici (attualmente alla guida della Spal in serie B) potrebbero essere gli eredi di Sousa e Di Francesco.

La suggestione Juve si chiama Luciano Spalletti

Ma attenzione: il nome che Marotta potrebbe tirare fuori dal cilindro è quello di Luciano Spalletti: il tecnico ha riportato la Roma ai vertici della Serie A, ma pretende investimenti dalla società per poter finalmente arrivare a vincere il campionato.

La dirigenza giallorossa non sembra però in grado di accontentarlo ed ecco che allora potrebbe avvenire l’impensabile, ovvero l’approdo alla Juventus, eventualità che lo stesso Spalletti non ha escluso. E se Spalletti dovesse lasciare Roma, anche per una destinazione diversa dalla Juventus, ecco che allora Di Francesco diventerebbe il maggior candidato a sedere sulla panchina giallorossa.

L’Inter e la pazza idea Conte

Le possibilità che Conte torni in Serie A sono scarse, ma la nuova proprietà cinese dell’Inter pensa in grande e secondo alcune indiscrezioni sarebbe pronta a scaricare Pioli nonostante l’ottimo impatto del tecnico alla Pinetina e a coprire d’oro l’attuale tecnico del Chelsea, a cui sarebbe stato proposto un contratto da 13 milioni di euro a stagione. Se Conte dovesse rifiutare ecco che allora l’attenzione si potrebbe spostare su Simeone e Guardiola.

Napoli, Lazio e Milan: tutto dovrebbe rimanere com’è

Chi nella prossima Serie A non dovrebbe cambiare condottiero sono Napoli, Lazio e Milan. Nonostante le frizioni con Sarri appare difficile che De Laurentiis decida di chiudere con il tecnico toscano, mentre Inzaghi e Montella possono contare sui buoni risultati e il buon lavoro fatto con Lazio e Milan, anche se Montella potrebbe pagare il cambio di proprietà all’orizzonte.

Suggerito da: Serie A Sky Sport

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *