I siti di betting online non perdono mai occasione di offrire dei servizi peculiari con cui garantirsi un’affluenza sulla propria piattaforma per scommettere sui match in previsione. Tra questi servizi spicca il bonus di benvenuto, che appaiono uno strumento conveniente nonostante i limiti e le restrizioni spesso imposti dai bookmakers stessi. Senza poi contare l’offerta di bonus ricorrenti per i già clienti fedeli.

Ma è proprio grazie alla presenza dei bonus che è stato ideato un modo di ottenere rapide vittorie e consistenti guadagni. Si tratta del Matched Betting. Vediamo cos’è e come funziona nello specifico.

Matched Betting: cos’è

Il Matched Betting può essere definito in maniera sostanziale una tecnica matematica attraverso cui è possibile piazzare ben due scommesse l’una opposta all’altra, sul medesimo evento sportivo ma su due siti differenti. Questo si fa affinché si possano abolire le componenti di rischio caratterizzanti una singola scommessa.

Ovvio è che dinanzi ad una simile tecnica atta a garantire guadagni sicuri i dubbi sono tante e altrettante sono le domande sa porre. E come è giusto che sia il primo quesito si orienta su un argomento assai spinoso che pare essere l’ombra delle scommesse: la legalità. Un simile strumento lucrativo sicuro è considerato una pratica lecita? La domanda è giustificata ma altrettanto inutile, perché siamo davanti ad una pratica assolutamente legale e consentita, che non viola nessuna legge.

Anzi, non può essere considerata nemmeno una tecnica in stile gioco d’azzardo, dal momento che tutti l’excursus porta inevitabilmente ad una vittoria. Quindi tutto è fuorché accanimento. Viene da sé che non è nemmeno una pratica pericolosa, perché non c’è rischio di perdere, purché si piazzino nel modo corretto le quotazioni sull’evento sportivo di nostro interesse.

Matched Betting: che guadagno comporta?

Se la pratica appena spiegata risulta sicura al 100% viene spontaneo chiedersi quanto si può guadagnare praticando il Matched Betting. Su questo argomento ci sarebbe molto più da dire, dal momento che l’introito per lo scommettitore è influenzato da una siede di fattori, primo tra i quali il valore del bonus offerto dal bookmaker. Oltretutto c’è un altro fattore che influenza l’andamento del guadagno, ossia la differenza di quota tra la puntata e la bancata.

Comunque non sono pochi i giocatori che mettendo a punto le giuste tattiche riescono ad ottenere guadagni mensili fino a cinquecento euro. Certo non è lo stipendio della vita ma di sicuro aiuta ad arrotondare le entrate mensili, motivo per cui uno scommettitore professionista prende seriamente in esame l’idea di quotare in questo modo

Perché i siti di betting online non violano il Matched Betting?

Un’ultima domanda che sorge spontanea ai più arguti è perché i siti di betting online non si oppongono ad una simile pratica, bensì la agevolano? Il motivo appare assai più semplice di quanto si pensi: le piattaforme di scommesse sportive online non sono altro che dei tramiti. Il loro guadagno cioè non si fonda sulle perdite dei loro clienti, bensì sulla portata delle giocate.

Detto in altri termini dalle scommesse piazzate dai clienti. Agevolando dunque il cliente ad una più facile scommessa, aumenterà la sua propensione a quotare gli eventi sportivi e in automatico avrà il suo guadagno.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *